Un grande evento: “Da Novi ai Poli e ritorno - Le esperienze di due novesi ai confini della Terra."

Sabato 16 ottobre, dalle ore 9 al Museo dei Campionissimi: “Da Novi ai Poli e ritorno - Le esperienze di due novesi ai confini della Terra. Approfondimenti e ricerche a favore dell’ambiente del nostro territorio per i ragazzi delle Scuole Superiori." Un evento formativo organizzato dai R.C. Novi Ligure, Acqui Terme e Gavi Libarna e con la collaborazione del Distretto Rotary 2032. Intervengono personalità istituzionali e del mondo scientifico e le Scuole Secondarie del territorio - Partecipazione in presenza solo su invito - Possibilità di assistere all'evento in diretta streaming.

Un grande evento: “Da Novi ai Poli e ritorno - Le esperienze di due novesi ai confini della Terra."

Sabato 16 ottobre, dalle ore 9 al Museo dei Campionissimi: “Da Novi ai Poli e ritorno - Le esperienze di due novesi ai confini della Terra. Approfondimenti e ricerche a favore dell’ambiente del nostro territorio per i ragazzi delle Scuole Superiori." Un evento formativo organizzato dai R.C. Novi Ligure, Acqui Terme e Gavi Libarna e con la collaborazione del Distretto Rotary 2032. Intervengono personalità istituzionali e del mondo scientifico e le Scuole Secondarie del territorio - Partecipazione in presenza solo su invito - Possibilità di assistere all'evento in diretta streaming.

Sabato 16 ottobre, dalle ore 9 al Museo dei Campionissimi, un grande appuntamento: “Da Novi ai Poli e ritorno - Le esperienze di due novesi ai confini della Terra. Approfondimenti e ricerche a favore dell’ambiente del nostro territorio per i ragazzi delle Scuole Superiori." Un evento formativo organizzato dai Rotary Club Novi Ligure, Acqui Terme e Gavi Libarna e con la collaborazione del Distretto Rotary 2032. - Partecipazione in presenza solo su invito con la possibilità di assistere all'evento in diretta streaming.
Con il patrocinio della Città di Novi Ligure. Intervengono: SILVIA SCARRONE, Governatore del Distretto Rotary 2032 e GIAN PAOLO CABELLA, Sindaco di Novi Ligure. Ospiti e Relatori: Ammiraglio di Squadra GIUSEPPE CAVO DRAGONE Capo di Stato Maggiore della Marina Militare “Impegno della M.M. ai Poli e nel Mediterraneo” (in collegamento video); Dr. CARMINE ROBUSTELLI Ministro Plenipotenziario Inviato Speciale per l’Artico “Strategia Italiana nell’Artico”; Sen. MASSIMO BERUTTI “Il rinnovo del Trattato per l’Antartide”; LUCA UBALDESCHI Direttore del Secolo XIX; Prof.ssa PAOLA RIVARO Professore Associato Dipartimento di Chimica e Ch. Industr. UNIGE Coordinatore Scientifico Campagna Oceanografica XXXV Spedizione Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) “Rotta verso l’Antartide, l’ultima frontiera”; Contrammiraglio MASSIMILIANO NANNINI Direttorte dell’Istituto Idrografico della Marina Militare Responsabile della missione in Artico della M.M. “L’Italia in Artico - il Programma High North della Marina Militare”; Prof. FRANCISCO ARDINI Ricercatore Dipartimento di Chimica e Ch. Industr. UNIGE Referente Wikimedia Italia ”I progetti Wikimedia per l’ambiente e per la divulgazione polare”

L'Evento.
Il progetto trae spunto dal convegno “Un nuovo progetto dell’abitare la Terra”, organizzato nel 2017 per il 40° anniversario di fondazione del Rotary Club di Novi Ligure, nel quale si erano tracciate le linee guida di un’inedita sintesi tra etica, tecnica ed ambiente. Facendo tesoro di quelle indicazioni si è realizzata questa nuova azione di sensibilizzazione e formazione a favore degli studenti delle Scuole Superiori di II grado, verso i temi di tutela dell’ambiente con metodologie innovative e contributi di personalità di altissimo profilo. Il progetto si inquadra nell’ambito della 7ª Area d’azione rotariana rivolta all’ambiente e del recente Forum del Mediterraneo organizzato dal Distretto 2032 con quello francese 1730. In quel contesto il presidente internazionale Holger Knaack ha esortato i Club ad attivarsi in progetti di formazione legati all’ambiente ed in particolare alle fonti di acqua, coinvolgendo i giovani. Tale impegno avrà molteplici effetti positivi nel tempo, determinando azioni utili al miglioramento delle condizioni di salute e quindi di tutela della vita. Assume pertanto estrema importanza coinvolgere i nostri ragazzi in prima persona creando percorsi di studio ed approfondimento a cui appassionarsi e nei quali possano trovare anche futuri sbocchi di applicazione e di lavoro. Siamo tutti consapevoli che i giovani trovano nell’esempio di persone affermate ed autorevoli, forti motivazioni per impegnarsi. Da queste premesse nasce il progetto indirizzato a moltissimi studenti del 4° e 5° anno delle Scuole Superiori del territorio dei Club partecipanti. Gli alunni svolgeranno le loro ricerche e le condivideranno con licenza libera sui progetti Wikimedia, come ad esempio Wikivoyage, Wikibooks e Wikipedia. Verrà illustrata l’importanza della diffusione libera del sapere, per sottolineare come questi progetti, realizzati in maniera partecipativa, legati alla scienza e alle ricerche per l’ambiente e dei Poli, siano messi a disposizione di tutti.
Giornata di Formazione e Percorso di Ricerca.
Gli studenti saranno invitati a Genova per una Giornata di Formazione presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Genova e all’Istituto Idrografico della Marina. Avranno modo di prendere visione delle ricerche in corso e di tutti i campioni prelevati negli ultimi venti anni in Antartide e conservati all’università. Il Comitato Scientifico assegnerà ad ogni gruppo di studenti i temi di ricerca. Seguiranno due incontri propedeutici all’apprendimento della metodica di contribuzione Wikimediana da utilizzare nello svolgimento dei temi di ricerca. L’impegno degli studenti sarà riconosciuto anche dal percorso PCTO. I lavori saranno consegnati al Comitato Scientifico entro il 30 Aprile 2022.
Cerimonia di Premiazione.
L’11 Giugno 2022 a Genova, presso il Museo del Mare, in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani voluta dall’ONU (che patrocina l’iniziativa), la Commissione giudicatrice premierà i lavori più interessanti con il diritto di pubblicazione e con una giornata di navigazione a bordo di una nave della Marina Militare.