Lettera del Governatore Gennaio 2021

Amiche e Amici Rotariani carissimi, con grandi aspettative, riprendo a rivolgermi a Voi. Abbiamo celebrato insieme il Santo Natale e l'arrivo dell'Anno Nuovo con l'auspicio che il 2021 possa portare un deciso miglioramento della situazione sanitaria e quindi delle relazioni economico/sociali.

Lettera del Governatore Gennaio 2021

Amiche e Amici Rotariani carissimi, con grandi aspettative, riprendo a rivolgermi a Voi. Abbiamo celebrato insieme il Santo Natale e l'arrivo dell'Anno Nuovo con l'auspicio che il 2021 possa portare un deciso miglioramento della situazione sanitaria e quindi delle relazioni economico/sociali.

scarica documento pdf

Amiche e Amici Rotariani carissimi, con grandi aspettative, riprendo a rivolgermi a Voi.
Abbiamo celebrato insieme il Santo Natale e l'arrivo dell'Anno Nuovo con l'auspicio che il 2021 possa portare un deciso miglioramento della situazione sanitaria e quindi delle relazioni economico/sociali.

Il mese di gennaio, nel calendario rotariano, è dedicato all'azione professionale, la seconda delle cinque vie dell'azione rotariana: quale migliore occasione per riflettere su questo aspetto in un momento storico in cui il Rotary deve mettere in campo le sue forze migliori per affrontare cambiamenti epocali, dei quali vuole essere protagonista. L'azione professionale o vocational service sprona i rotariani a mettere al servizio della collettività le proprie professionalità ed esperienze e, nello stesso tempo, promuovere l'osservanza di elevati principi etico/morali nel rispetto del “servire al di sopra di ogni interesse personale”. Tale obiettivo deve essere raggiunto nel riconoscere pari dignità in ogni occupazione o mestiere utile a diffondere il valore del servire che il Rotary definisce nei suoi documenti istituzionali quale “motore e propulsore ideale di ogni attività”.

Ritorna alla mente, affrontando questi concetti, come uno dei valori su cui il Rotary ha costruito il successo del suo ultracentenario operare a favore dei più deboli, sia proprio il valore della diversità; essa è intesa come differente estrazione lavorativa e culturale di ogni socio. Questo consente ai Club di rappresentare appieno il proprio territorio e di costruire, sulla base di eettive esigenze, progetti e attività innovative e utili per i beneficiari. Allo stesso tempo permette ai singoli di entrare in contatto con le migliori professionalità espresse dall'area. L'azione professionale e la diversità sono anche le basi su cui affrontare con successo una crescita bilanciata dell'effettivo, tema molto attuale per rafforzare la posizione del Rotary quale una delle organizzazioni mondiali leader nel servizio.

Occorre valutare quindi, al momento dell'ingresso di nuovi soci, se questi possono essere parte, con le loro conoscenze e disponibilità, di un gruppo sempre più forte ed efficace nelle azioni svolte. Possiamo quindi affermare che attraverso l'Azione Professionale, con tutte le sue implicazioni, i soci devono essere sensibilizzati e chiamati ad operare, utilizzando le proprie competenze in conformità con i principi del Rotary, per realizzare service che rispondano alle più pressanti esigenze della comunità.

E così è successo, in questo sfortunato anno 2020, i Rotariani non si sono fatti cogliere impreparati e forti dei valori e dei principi sopra richiamati, sono passati all'azione con service e attività che hanno saputo rispondere concretamente alle richieste derivanti dalla crisi pandemica, sia a livello sanitario che economicosociale. Prova ne sono tutti i progetti attuati grazie ai Rotariani che hanno speso, nel rispetto dei più alti valori etici, il loro tempo, ma soprattutto le proprie professionalità ed esperienze per attivare azioni di sostegno a favore di coloro che sono stati più fortemente impattati dagli effetti negativi di questa crisi senza precedenti.

Di questa eccezionale prova di impegno civico e solidale, che i soci del nostro Distretto hanno messo prontamente a disposizione della collettività, ne sono particolarmente orgoglioso e non finirò mai di ringraziarVi. Come ricorda spesso il nostro Presidente Internazionale Holger Knaack non esiste una età giusta per entrare nel Rotary, tutte le età sono apprezzabili, se accompagnate da una crescita professionale di ogni club attraverso l'acquisizione di nuovi soci che apportino diverse sensibilità, capacità e doti personali. Il successo di ogni attività dipende dai valori fondanti e nel coinvolgimento degli interessati nella realizzazione degli stessi: noi rotariani, fortunatamente, possediamo entrambe queste caratteristiche e su queste basi, ne sono certo, sapremo costruire, insieme e con forte determinazione, il cammino del nostro Distretto nei successivi sei mesi dell'anno rotariano 2020/2021.

Non dimentichiamo, infine, che ogni rotariano ricerca un suo percorso per realizzare il proprio appartenere e che tutti noi siamo responsabili dell'efficacia di tale ricerca. L'augurio è quello che questo periodo, possa, anche attraverso il nostro contributo, riportare la normalità a scandire i ritmi della nostra vita anche rotariana.

Un forte abbraccio.

Giuseppe